IL SITO DEDICATO AL CINEMA IDEATO, SCRITTO E DIRETTO DA GIORDANO CAPUTO

venerdì 15 febbraio 2019

La Paranza Dei Bambini - La Recensione

La Paranza Dei Bambini Film
I denominatori sono quelli: Roberto Saviano, Gomorra, compreso Claudio Giovannesi, che di quella serie tv è stato chiamato a dirigere alcuni episodi. A cambiare, però, è la temperatura, l’approccio: perché “La Paranza Dei Bambini” a livello emotivo non lascia affatto freddi come “Gomorra: La Serie”, sebbene riesca a gelare il sangue, se possibile, ancora di più.

Lo stupore verso ciò che accade, verso le vite di questi adolescenti che, in qualche modo, sembrano segnate e destinate a spezzarsi, ad avvelenarsi, più per necessità che per aspirazione – anche se poi l’aspirazione, inevitabilmente, una volta varcata la soglia, comincia a farsi largo – si è esaurito, ormai. Il loro mondo, del resto, è stato oltremodo definito, raccontato, descritto in molteplici forme, oggi, al cinema (e in televisione) da non avere praticamente quasi più segreti e sbocchi. Bisogna scavare, allora, per recuperare qualcosa di nuovo, di fresco, e Giovannesi – che è un regista bravissimo, in questo – riesce perfettamente a prendere il romanzo di Saviano e a spremerlo in maniera tale da renderlo, si, prodotto parallelo al genere, ma anche per niente innocuo, superandone abbondantemente i (grossi) rischi. Più che polarizzare l’attenzione sulle scorribande, dare spazio a episodi di malavita e adeguarsi a quelli che potremmo definire gli archetipi della materia, infatti, “La Paranza Dei Bambini” - pur mostrando tutto ciò - prova a porre il suo accento sulla sensazione contrastante che può percepire un quindicenne alle prese con ciò che la sua età richiederebbe – e quindi pulsioni sessuali, divertimento sfrenato e voglia di affermazione – e ciò che gli sta imponendo di diventare (e di fare). Una conciliazione impossibile, di cui si è in grado di realizzarne la gravità solo quando è troppo tardi per poter tornare indietro, e capace di bruciare, quindi, vitalità e anima anche nei volti (e nei corpi) di coloro che, pensi, al dolore e alla paura siano (e debbano essere) oggettivamente immuni.

La Paranza Dei Bambini FilmMadri dal volto spento e dal sorriso corto che non si oppongono a ciò che, probabilmente, avevano messo in conto; bambini che giocano a pallone, ma, anziché immaginare di alzare una coppa, bramano di riuscire a impugnare una pistola; ragazzi che col pallone, o con qualsiasi altro passatempo, sanno di non avere abbastanza talento per migliorare la loro condizione, cedendo, perciò, alla scorciatoia della criminalità. Ci catapulta in questa realtà, la pellicola di Giovannesi. O meglio, attraverso una regia fatta prevalentemente di camera a mano e piani stretti, la sensazione è proprio quella che provi a sbattercela addosso, a farci sentire parte integrante di essa, di un dramma sociale e esistenziale, assorbito meticolosamente dalle espressioni, dagli occhi e dai gesti silenziosi che vengono sciorinati man mano dai suoi (giovani) attori. Prende una storia dagli esiti pronosticabili – sui quali può farci poco – e dai paragrafi prevedibili – che, al contrario, appuntisce - e la impreziosisce con vibrazioni delicate, ma distinguibili; con picchi emozionali che vanno ad istituirle un tono tutt'altro che ridondante e/o stereotipato.

Un lavoro esemplare, degno di un autore che non tradisce ma conferma la sua intelligenza e il suo (già) riconosciuto talento, traendo il massimo, forse, da un testo che in mano a qualcun altro rischiava davvero di farsi ennesima fotocopia e passare pressoché inosservato.

Trailer:

mercoledì 13 febbraio 2019

Frozen 2: Il Segreto Di Arendelle - Teaser Trailer Ufficiale Italiano

Frozen Arendelle

Teaser trailer ufficiale italiano per "Frozen 2: Il Segreto Di Arendelle", il sequel del film d'animazione targato Disney diretto da Jennifer Lee e Chris Buck, con le voci originali di Idina Menzel, Kristen Bell, Jonathan Groff e Josh Gad, prossimamente al cinema.

Teaser Trailer Ufficiale Italiano:

martedì 12 febbraio 2019

Yesterday - Trailer Ufficiale Italiano

Yesterday Danny Boyle

Presentato il trailer ufficiale italiano di "Yesterday", il nuovo film diretto da Danny Boyle - e scritto da Richard Curtis - con Lily James, Himesh Patel e Kate McKinnon, in uscita nei nostri cinema a Settembre 2019

Trailer Ufficiale Italiano:


Sinossi (Ufficiale):
"Yesterday" è incentrato sulla storia di un giovane musicista che una mattina si sveglia e scopre di essere l’unica persona al mondo a ricordare le canzoni dei Beatles.

lunedì 11 febbraio 2019

La Llorona: Le Lacrime Del Male - Nuovo Trailer Ufficiale Italiano

La Llorona film

Nuovo trailer ufficiale italiano per "La Llorona: Le Lacrime Del Male", il film diretto da Michael Chaves con Linda Cardellini, Raymond Cruz, Patricia Velasquez e Marisol Ramirez, dal 18 Aprile al cinema.

Nuovo Trailer Ufficiale Italiano:


Sinossi (Ufficiale):
La Llorona. La donna che piange. Un’apparizione terrificante, intrappolata tra il Paradiso e l’Inferno, quella di una donna segnata da un terribile destino che si è creata con le sue stesse mani. Il solo sentir menzionare il suo nome ha terrorizzato il mondo per generazioni. La sua colpa è stata quella di aver annegato i figli in preda ad un raptus di rabbia e gelosia, per poi gettarsi nello stesso fiume, disperata e piangente. Ora le sue lacrime sono eterne e letali, e coloro che sentono di notte il suo richiamo mortale sono condannati. La Llorona si insinua nell'ombra e va a caccia di bambini, nel disperato tentativo di sostituirli ai suoi. Con il passare dei secoli il suo desiderio è diventato sempre più vorace…e i suoi metodi sempre più terrificanti. Negli anni ’70 a Los Angeles, La Llorona si aggira nella notte alla ricerca di bambini. Un’assistente sociale non prende sul serio l’inquietante avvertimento di una madre sospettata di aver compiuto violenze sui figli, e presto sarà proprio lei, insieme ai suoi bambini, ad essere risucchiata in uno spaventoso regno soprannaturale. L’unica speranza di sopravvivere all'ira mortale della Llorona potrebbe essere un prete disilluso e la mistica che pratica per scacciare il male, dove la paura e la fede si incontrano. Attenzione al suo gemito agghiacciante…non si fermerà davanti a niente pur di attirarti nel buio. Perché non c’è pace per la sua angoscia, non c’è misericordia per la sua anima. E non si può sfuggire alla maledizione della Llorona.

Copia Originale - La Recensione

Copia Originale Poster McCarthy
Nel 1984, in Italia, tre studenti livornesi misero in imbarazzo giornalisti e critici d’arte costruendo tre teste di Modigliani, non autentiche, che nascosero dentro al Fosso Reale per alimentare la leggenda secondo la quale si credeva che lo scultore avesse realizzato e poi gettato alcune delle sue opere come reazione a delle prese in giro. Servì la loro smentita con tanto di prove, alla fine, per dimostrare che quei pezzi erano, in realtà, degli artefatti, il risultato di uno scherzo beffardo, fatto da dei ragazzi che - forse, o forse no - avevano solo intenzione di dimostrare qualcosa.

In molti dovettero fare i conti, infatti, con una verità che stava lì a confermare che l’oggettività nell'arte è paragonabile a qualcosa di liquido, di inafferrabile, di vago, e l’unica certezza a cui possiamo (e dobbiamo credere) aggrapparci, purtroppo, è l’emozione che quel determinato dipinto, scritto o oggetto che sia, è in grado di scatenare su noi singoli individui. Certo, poi per arrivare al beneficio del dubbio, al tentennamento nei confronti dell’autenticità di un’opera, è necessario che quest’ultima abbia seguito, o segua, determinati canoni: che ricalchi fedelmente lo stile del suo autore, i vezzi, i pregi e i difetti e, in casi particolari, persino i strumenti di composizione. Per approfondimenti in materia si potrebbe dare un’occhiata al libro dell’autrice Lee Israel che, in uno dei momenti più miserabili della sua carriera da scrittrice, a un certo punto (era il 1991), ha pensato bene di cominciare a pagarsi le bollette componendo lettere contraffatte di autori e celebrità famosissime, passate a miglior vita. Erano lettere private, valorizzate da frammenti intimi, umani e, spesso, sgraziati dell’artista: un lavoro per nulla banale e talmente accurato – credibile nella forma linguistica, nella tipologia della carta e nella macchina da scrivere utilizzata (la quale variava a seconda delle esigenze) - da riuscire a scatenare l’eccitazione di compratori e poi, a catena, di cultori e appassionati, disposti a sborsare cifre fuori mercato per accaparrarsele e aggiungerle alla loro collezione personale.

Copia Originale FilmUna storia tanto assurda, quanto vera, portata al cinema dalla regista Marielle Heller e messa sulle spalle (robuste) di una Melissa McCarthy inedita, se non altro perché lontanissima dal suo solito ruolo di comica demenziale, un po’ sboccata. È un personaggio assai più complesso di quel che potrebbe apparire la sua Israel, allora, scaricata dalla sua editrice per via delle biografie non commerciali che continua a proporgli e incapace di svendersi pubblicamente in tv e in radio (come gli era stato consigliato di fare) a causa della sua intolleranza agli esseri umani (preferisco i gatti, ammette sincera): che è responsabile, inevitabilmente, di un'estrema solitudine, stemperata solo dalla dipendenza da alcol. Un personaggio, insomma, che per non sopperire ai colpi delle sue stesse debolezze – che le penalizzano pure l’ispirazione – e ribellarsi a un sistema che la preferirebbe ai margini, decide di compiere l’atto più reazionario, cinico e folle possibile, prendendosi gioco di quel mercato che non ha voluto riconoscerle il talento, proprio attraverso i lampi del suo talento cristallino.

Da essere umano emarginato, a tanti esseri umani simulati e alterati, capaci di rendere felici e far brillare gli occhi ad un mucchio di persone.
E' la svolta grottesca maggiormente affascinante di "Copia Originale", di un percorso chiaramente destinato a doversi interrompere e franare, ma non prima, però, di aver terminato quel processo di scongelamento all'interno di un cuore che, vuoi per merito di un partner stravagante e (piuttosto) speculare, vuoi per una celata e spiccata sensibilità, deve con urgenza ritrovare la strada per scaldarsi di nuovo, quantomeno tiepidamente.

Trailer:

venerdì 8 febbraio 2019

The Front Runner: Il Vizio del Potere - La Recensione

The Front Runner Jackman
L’etica, la morale. Quanto contano?
Quanto hanno il diritto di influenzare le nostre opinioni nei confronti di qualcuno, considerando che di Santi a questo mondo non è che ce ne siano poi così tanti?
Viene da chiederselo mentre si segue la parabola del Senatore e candidato democratico alla Presidenza degli Stati Uniti, Gary Hart: preparatissimo sul suo programma politico, ferreo e motivato nel voler aiutare un paese ad uscire dalle sue difficoltà, eppure umano al punto da tirarsi la zappa sui piedi da solo, facendosi cogliere (praticamente) in flagrante, durante un episodio d’infedeltà coniugale commesso proprio a pochissimi metri dal traguardo (e  da favorito).

Un passo falso perdonato – parzialmente – dalla moglie, ma non dalla stampa, che si accanisce su di lui tendenzialmente per fare gossip, truccando l’operazione come se volesse smontarne l’integrità popolare, mettendo in guardia la Nazione da un potenziale leader, di fatto, ipocrita e inaffidabile. E questo davanti. Perché in “The Front Runner: Il Vizio del Potere” c'è anche tutto un discorso compiuto a bassa voce, una riflessione interna – interessantissima - elaborata dagli esponenti del Post (che poi era la redazione osannata da Spielberg nel film con Meryl Streep e Tom Hanks) - lontano dal caos delle telecamere e dei giornalai alla ricerca dello scoop - sull'importanza di una notizia e sul suo valore di pubblicazione: dobbiamo scriverlo perché fa vendere, oppure perché è un’informazione rilevante e necessaria ai cittadini?, viene chiesto, a un certo punto, da uno dei giovani dipendenti. Ecco, al contrario della pellicola di Spielberg, quella diretta da Jason Reitman, allora, ci racconta di un altro momento storico, uno decisamente più negativo e prolifico, rispetto allo scandalo dei Pentagon Papers, ovvero di quando il giornalismo ha cominciato a lasciarsi corrompere, tradendo la sua missione e i suoi codici, influenzando e abbassando, inevitabilmente, l’intelletto dei suoi lettori.
Lo stesso intelletto che - come viene ricordato prima dei titoli di coda - rischia di portare, poi, se addormentato, alla promozione di esponenti politici che meritiamo davvero.

The Front Runner JackmanConsiderazioni profonde e di spessore di cui “The Front Runner: Il Vizio del Potere” si arricchisce gradualmente, con pazienza, dopo una prima parte dedicata (e necessaria) a tracciare un profilo leale e simmetrico del suo protagonista: un Hugh Jackman bravissimo a entrare nei panni del candidato competente, risoluto e appassionato, mantenendo quel profilo basso da americano-medio, solitamente attinente a figure membri di determinati partiti. Una pellicola, quella di Reitman, che è impossibile, dunque, non catalogare come figlia dei tempi; come la risposta a un periodo storico preoccupante e sul quale intervenire con ogni forma di comunicazione possibile. Il cinema – come la stampa, del resto – ha il dovere, oggi più di ieri, di utilizzare la sua libertà ed il suo potenziale per arricchire e parlare allo spettatore, approfittando magari anche della crisi di un quinto potere sempre più calpestato (e calpestabile) e ulteriormente bastonato dall'ascesa di correnti gelide come fake news e post-verità (bellissimo, tra l’altro, l’accostamento allarmante tra la vita politica e quella hollywoodiana).

Parliamo di un film, quindi, che mira – riuscendoci - ad infilarsi di diritto e con merito in quel filone giornalistico – che da queste parti tanto amiamo – stimolante e incisivo (con un peso specifico diverso, ma complementare), che schiva egregiamente il rischio di farsi compitino effimero, e da cui è complicato staccare la spina troppo facilmente.

Trailer:

Pet Sematary - Trailer Ufficiale Italiano

Pet Sematary Film

Disponibile il trailer ufficiale italiano di "Pet Sematary", il film diretto da Kevin Kölsch e Dennis Widmyer con Jason ClarkeJohn Lithgow, Amy Seimetz, Hugo Lavoie, Maria Herrera, Jeté Laurence e Lucas Lavoie, dal 9 Maggio al cinema.

Trailer Ufficiale Italiano:


Sinossi (Ufficiale): 
Tratto dal racconto dell’orrore di Stephen King, Pet Sematary racconta la storia del dottor Louis Creed (Jason Clarke) che, dopo essersi trasferito da Boston in una zona rurale del Maine con la moglie e i suoi due figli, scopre un misterioso cimitero nascosto nel bosco vicino alla nuova casa. Quando una tragedia improvvisa colpisce la sua famiglia, Louis si rivolge al suo bizzarro vicino, Jud Crandall (John Lithgow), portandolo a commettere azioni che scateneranno malefiche conseguenze.

giovedì 7 febbraio 2019

[HOME VIDEO] A Star Is Born - In Home Video L'Esordio Alla Regia Di Bradley Cooper Con Lady Gaga

A Star Is Born Cooper

È stato uno dei casi cinematografici del 2018, “A Star Is Born”, l’ottimo esordio alla regia di Bradley Cooper che, alla stregua di una sorprendente Lady Gaga, si è concesso anche di il lusso di portare a casa quella che, sicuramente, verrà ricordata come una delle sue migliori interpretazioni di sempre davanti la macchina da presa. Ora, a 2019 inoltrato, il film arriva sul mercato home video nei suoi formati 4K Ultra HD, blu-ray, dvd e streaming legale, forte del Golden Globe vinto per la Miglior Canzone Originale e delle 8 nomination all'Oscar conquistate (tra cui spicca Miglior Film).

Nata inizialmente nel mondo del cinema, in questa sua quarta riproposizione – ne esistono altre datate 1937, 1954 e 1976 - la storia, allora, resta confinata sulla scena musicale, con Cooper cantante rock, alcolizzato, che una sera, vagando alla ricerca di un locale per la solita sbronza, s’imbatte – innamorandosene – nel talento artistico e nell'affascinante fragilità di Lady Gaga. Tra i due nasce una relazione apparentemente benefica per entrambi, insieme ad una collaborazione che, però, dovrà fare presto i conti coi demoni di lui e con la minaccia di alcune influenze esterne, legate all'industria del successo.

C’è un’alchimia quasi palpabile tra Lady Gaga e Bradley Cooper, un’armonia gigantesca che consente ad “A Star Is Born” di tamponare una certa gracilità (o prevedibilità) di sceneggiatura, attraverso la destrezza della regia e di performance prodigiose, capaci di scaldare i cuori e far scendere lacrime, specialmente negli istanti in cui la musica e le parole decidono di farsi largo e di salire in superficie.

A Star Is Born Home Video

Il Blu-Ray 4K Ultra HD, in edizione italiana, prevede le seguenti specifiche tecniche:
Dischi: 2
Formato Video: Ultra HD 4K Dolby Vision
Tracce Audio: 5.1 Dolby Digital: Italiano, Inglese, Spagnolo, Tedesco, Polacco, Ceco - 5.1 DTS HD: Inglese - Dolby TrueHD Atmos: Inglese
Sottotitoli: Italiano Non Udenti, Inglese Non Udenti, Tedesco Non Udenti, Polacco, Ceco, Svedese, Norvegese, Finlandese, Danese, Arabo, Spagnolo
Contenuti Speciali: Canzoni Ed Esibizioni Inedite; The Road To Stardom: Making Of; Video Musicali
Durata: 135
Confezione: Slipcover
Produttore: Warner
Distributore Home Video: Warner Home Video
Data di Uscita: 12 Febbraio 2019

mercoledì 6 febbraio 2019

Dumbo - Nuovo Trailer Ufficiale Italiano

Dumbo Poster Burton

Nuovo trailer ufficiale italiano per "Dumbo", la rivisitazione in chiave-action del classico d’animazione Disney diretto da Tim Burton, con Colin Farrell, Michael Keaton, Danny DeVito, Eva Green, Nico Parker e Finley Hobbins, al cinema dal 28 Marzo.

Nuovo Trailer Ufficiale Italiano:


Sinossi (Ufficiale): 
Max Medici (Danny DeVito), proprietario di un circo, assume l’ex star Holt Farrier (Colin Farrell) insieme ai figli Milly (Nico Parker) e Joe (Finley Hobbins) per occuparsi di un elefante appena nato le cui orecchie sproporzionate lo rendono lo zimbello di un circo già in difficoltà. Quando si scopre che Dumbo sa volare, il circo riscuote un incredibile successo attirando l’attenzione del persuasivo imprenditore V.A. Vandevere (Michael Keaton) che recluta l’insolito elefante per il suo nuovo straordinario circo, Dreamland. Dumbo vola sempre più in alto insieme all'affascinante e spettacolare trapezista Colette Marchant (Eva Green) finché Holt scopre che, dietro alla sua facciata scintillante, Dreamland è pieno di oscuri segreti.

venerdì 1 febbraio 2019

Fast & Furious: Hobbs & Shaw - Trailer Ufficiale Italiano

Fast & Furious Hobbs & Shaw

Presentato il trailer ufficiale italiano di "Fast & Furious: Hobbs & Shaw", lo spin-off di "Fast & Furious" diretto da David Leitch - e scritto da Chris Morgan - con Dwayne Johnson, Jason Statham, Idris Elba, Vanessa Kirby, e Hiram Garcia, al cinema dall'8 Agosto.

Trailer Ufficiale Italiano:


Sinossi (Ufficiale):
In seguito al loro primo scontro in "Fast & Furious 7" del 2015, tra Hobbs (Johnson), mastodontico veterano del dipartimento di polizia statunitense Diplomatic Security Service, e Shaw (Statham), emarginato fuorilegge ed ex agente scelto dell'esercito inglese, c'è sempre stato un forte scambio di provocazioni e scontri nel tentativo di farsi fuori a vicenda.
Ma quando Brixton (Idris Elba), un anarchico ciberneticamente e geneticamente potenziato, si trova in possesso di una minaccia biologica che potrebbe alterare il genere umano per sempre - ed ha la meglio contro una brillante ed impavida agente dell'MI6 (Vanessa Kirby), nonché sorella di Shaw - i due acerrimi nemici dovranno unire le forze per annientare l'unico uomo che potrebbe dimostrarsi più duro di loro due.